Vai al contenuto

A pesca nelle pozze più profonde – Paolo Cognetti

19/05/2018

E’ difficile scrivere bei racconti, ancor più che scrivere bei romanzi. Occorre essere concisi, efficaci e innovativi in poche cartelle, non c’è spazio per costruire personaggi e vicende. Spesso i personaggi sono pochi tratti di penna, le vicende principali si devono intuire, sia che siano già avvenute, sia che galleggino nella indeterminazione del futuro. Paolo Cognetti, anch’egli scrittore di racconti, ci fornisce una sventagliata di meditazioni sull’arte di scrivere racconti. Non tanto un manuale per aspiranti scrittori, quanto piuttosto una carrellata di stili, motivazioni, flash sui grandi narratori americani, dai capostipiti Francis Scott Fitzgerald ed Ernest Hemingway fino al contemporaneo Charles D’Ambrosio. Tutti narrano di vite difficili, mai banali anche se spesso ordinarie, con i loro drammi, gioie (poche), sconfitte (molte) e vittorie (rarissime).

Si vede che Cognetti ama gli scrittori americani, così come si vede che non rinuncia mai allo sguardo attento e critico che lo porta a navigare sicuro anche tra pagine scabrose come i quattro racconti finali, ispirati alla Sofia di una sua precedente raccolta. Un libro che suscita la voglia di leggere altri libri: quale migliore testimone per narrare del piacere della lettura?

 

“A pesca nelle pozze più profonde – meditazioni sull’arte di scrivere racconti” Paolo Cognetti  – Minimum Fax

Caselle Torinese, 19 maggio 2018. Primavera di luci e temporali lontani, con i grilli che cantano nei prati

Annunci
One Comment leave one →
  1. 03/09/2018 09:12

    Un libro splendido

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: