Skip to content

Il pianeta di ghiaccio – Maggie Gee

22/11/2016

pianeta-di-ghiaccioColpito dal titolo altisonante di prima donna entrata nella Royal Society of Literature  mi faccio attirare dalla prospettiva di una trama avvincente: il mondo di oggi coinvolto in una repentina glaciazione, che presuppone la scomparsa della civiltà come la intendiamo adesso.

Bella la premessa, deludente il contenuto e lo svolgimento. Metà del libro si articola sul rapporto complesso e conflittuale del protagonista, Saul, con la compagna e moglie Sarah. Va bene per spiegare lo snaturamento dei ruoli uomo/donna, funzionali alla perpetuazione della specie e in questo tempo svuotati nei compiti e sviliti nella ricerca di un edonismo sterile e astratto Però più di metà libro su questi battibecchi sono decisamente troppi, tanto più che il protagonista, in quanto uomo, dubito che posa essere assalito dai mille dubbi e perplessità tipici del mondo femminile. Così facendo la parte che mi interessava di più – il crollo della civiltà occidentale – è liquidato nell’ultimo quarto di libro, in modo sbrigativo e – a mio avviso – decisamente superficiale. Peccato, la premessa dell’uomo narrante, il Saul che ha visto e vissuto la decadenza, era decisamente intrigante, ma poi ci si è persi in mille rivoli di genere e il piatto forte si è diluito senza soddisfare il palato.

“Il pianeta di ghiaccio” di Maggie Gee – Barbera Editore

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: