Skip to content

Il marinaio della RAMB III – Pierangelo Chiolero

11/09/2016

1941-bananiera-ramb-iii-incrociatore-ausiliario-in-mar-rossoRAMB: una sigla minacciosa che in realtà significa Regia Azienda Monopolio Banane e definisce la flotta di navi bananiere allestita alla fine degli anni ’30 per portare le banane coltivate in Africa Orientale Italiana fin sulle mense di tutti gli italiani.

Sulla terza nave di questa flotta, appunto la RAMB III, si imbarca come frigorista il giovane Mario Faletti, giovane astigiano discendente da contadini che sente nel sangue l’irrefrenabile richiamo del mare.

Da qui in poi l’autore ci accompagnerà attraverso due vicende parallele, quella reale della RAMB III e quella fantasiosa del frigorista e poi motorista Mario Faletti.

Vicende entrambe interessanti. Con lo scorrere degli anni la motonave RAMB III, da bananiera, diverrà incrociatore ausiliario della Regia Marina Italiana, posamine della Marina Tedesca, nave scuola della Marina Jugoslava e infine yacht di rappresentanza del Presidente della Jugoslavia, il maresciallo Tito. In tutto questo tempo la nave sarà silurata, affondata e ripescata, e dovrà percorrere oltre 900 miglia di mare a marcia indietro e senza la prua.

E questa è la storia “vera”. L’aggiunta di fantasia dell’autore fa sì che la voce narrante di questa storia sia quella del marinaio Faletti, che avventurosamente rimarrà sempre legato alle vicende e ai viaggi della RAMB III. Ne risulta un vero e proprio romanzo storico, nel senso che percorre la “Storia” vera con l’ausilio della fantasia e dell’invenzione.

Una vicenda vera e interessante, scritta con cura del dettaglio e guizzi narrativi ben congegnati. L’unica cosa che si potrebbe rimproverare all’autore è il linguaggio a volte un po’ prolisso e ridondante nel descrivere gli stati d’animo del protagonista: peccato veniale che cede di fronte alla originalità della vicenda.

IL MARINAIO DELLA RAMB III  – di Pierangelo Chiolero  – Edizioni Edigraph

 

Annunci
One Comment leave one →
  1. 12/09/2016 08:43

    Assolutamente da non perdere: leggere la storia attraverso le vicende personali dell’interprete è il modo in cui noi stessi viviamo il nostro tempo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: