Skip to content

Dentro e attorno la Mandria

29/06/2015
La Bizzarria

La Bizzarria

Mattina di una domenica che si preannuncia afosa. Per rimanere attivi in zona ci starebbe un giro in mountain-bike attorno e  dentro alla Mandria. Poco dopo l’orario di apertura i viali principali sono già affollati di camminatori, podisti e ciclisti. La Mandria è grande e democratica, permette a tutti di affettare il passo e lo stile che più gli si addice, perciò incrocio camminatori in sandali e calzini, runner con abiti minimali, ciclisti ipertecnologici e altri decisamente alle prime armi con le due ruote. Dal Ponte Verde mi porto all’ingresso della Bizzaria, e di lì esco dal parco per seguire una strada di campagna che costeggia il muro della tenuta, in una vaga direzione che dovrebbe condurre a Fiano. Qui non c’è più nessuno, ma il paesaggio è comunque bucolico (in più c’è il muro che fa ombra, mentre il sole monta tutto attorno).

Per stradette di campagna arrivo a Robassomero, da dove passo in sinistra Stura e ritorno verso Caselle. Un ultimo saluto me lo dà uno stormo di allegri gruccioni, appollaiati sul traliccio di una cava di ghiaia.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: