Skip to content

Cotti al Forno

14/04/2014
Colle del Forno

Colle del Forno

A guardare il cielo cupo della domenica mattina a Ceresole, più che cotti si sarebbe pensato che saremo finiti surgelati. Aria fredda, nuvole nere, il Colle Perduto immerso nella tormenta. Però, già che ci siamo buttati giù dal letto, partiamo e confidiamo nelle previsioni.

Ore 8.00, freddo e nuvole.

Ore 9.00, freddo e nuvole.

Ore 10.00, freddo e vento. Variante interessante, sta a vedere che il vento porta il bello. Come pieghiamo verso il Colle del Forno, il cielo si squarcia e ci regala un arrivo sontuoso, in mezzo a raffiche gagliarde e refoli di nebbie che aprono e chiudono il sipario sulle Valli di Lanzo.

Un pranzo ristoratore e poi si scende, al meglio all’inizio e poi via via su firn che cede un po’ ma lascia ancora spazio per il divertimento. Ogni tanto uno sguardo al Colle Perduto. Sarà davvero così ripido? Magari ci facciamo un pensiero? Intanto il caldo aumenta via via che scendiamo. Nel bosco seguiamo tracce di ravanamento per mettere i piedi sul sentiero e trasportarci così fino all’auto. Dove arriviano per l’appunto cotti, come da promessa e da titolo.

Grazie agli indomiti Karin, Maria Teresa, Rossella e Stefano che hanno dato credito a certi antichi ricordi

 

 

Annunci
One Comment leave one →
  1. 14/04/2014 20:53

    Grandioso!! Complimenti a tutti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: