Skip to content

L’estate di Albina – Virgilio Giacchetto

24/12/2013

estate albinaNon è semplice distinguere realtà da immaginazione: la comparsa di una camozza completamente bianca rivoluziona completamente la vita di un guardiacaccia, in una remota valle delle Alpi.

Per il protagonista sarà un’estate di dubbi, tribolazioni, pulsioni oscure che lo indurranno a scelte ineluttabili e irrevocabili. Come se la potenza e l’onnipresenza della natura, nei suoi cicli indifferenti alle piccole pene degli uomini, facesse da catalizzatore e al tempo arrecasse sollievo all’ansia di un uomo indeciso ed irrequieto.

Un libro non scontato, e per questo ancora più intrigante: si parte dalla visione idilliaca della primavera alpina, che farebbe presupporre una vicenda bella ma scontata, per addentrarci in un ritratto ben diverso dei misteri dell’animo umano, seduto al cospetto del fluire del tempo.

L’autore, che per alcuni anni ha svolto il mestiere di guardiaparco, ci conduce per mano in una montagna “non firmata”, sospesa tra l’oblio, il ricordo e la mestizia di un passato che pian piano va sfumando.

“L’estate di Albina” di Virgilio Giacchetto, dalla Biblioteca degli Scrittori Piemontesi – Edizioni Baima e Ronchetti

Annunci
One Comment leave one →

Trackbacks

  1. Albini | I camosci bianchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: