Skip to content

Ciarm del Prete – scherzi di aprile

01/04/2013
Ciarm del Prete

Ciarm del Prete

C’è un certo  masochismo ad abbandonare una gita in Val d’Aosta sotto il sole per tentare la fortuna su per le Valli di Lanzo, giocando a guardie e ladri con il brutto tempo che arriva.  Eppure certe sfide vanno accettate, se non altro per gustare “la carne dell’orso”. Così ci si ritrova su per il vallone dei Tornetti, diretti alla volta del Ciarm del Prete. Sfiliamo davanti all’Alpe Bianca senza battere ciglio e poi slittiamo e scivoliamo sulla poca neve a ridosso della Rocca dell’Alpe. Poca neve? Dalla balza della Rocca si entra in un altro mondo, fatto di neve trasformata e lisciata. Saliamo veloci, per distanziare le nuvole che ci inseguono e ci raggiungeranno in punta, offuscando la visione sui valloni circostanti.

Visto che il peggio ci tallona da vicino è il caso di scendere senza perdere troppo tempo. Ma è perdere il tempo volare su una neve quasi perfetta, che consente anche di affrontare pendenze di una discreta levatura? E pazienza per la nebbia che ad un certo punto ci sparpaglia e confonde… ci si  ritroverà sulla strada, a gustare torta al gorgonzola e colomba… dopotutto è pur sempre Pasquetta!

Annunci
8 commenti leave one →
  1. 03/04/2013 21:17

    @flaco: qualche vita fa mi hanno insegnato che non si lascia nessuno indietro… e poi che siamo sceis per due versanti opposti dello stesso truc lo sappiamo solo tu ed io!

    Mi piace

  2. 02/04/2013 21:43

    …cosa è successo alla tua fotocamera? Le foto sono un po’ tendenti al blu…

    Mi piace

    • 03/04/2013 20:28

      blu speranza di cieli sereni! A aprte le battute, mi sa che è un problema di Picasa, sul PC le foto sono ok

      Mi piace

  3. 02/04/2013 12:57

    Ah! Il lago del Veilet era in foto 4. Mi chiedevo giusto, salendo, dove fosse finito ed era sotto i miei piedi 🙂

    Mi piace

    • 02/04/2013 20:27

      Se non era per Claudia ci sarei passato sopra venti volte!

      Mi piace

      • 02/04/2013 21:34

        🙂
        A proposito: grazie per avermi aspettato quando mi sono “annebbiato”. Tutto quel ripido mi ha annebbiato 🙂 Il bello di questi itinerari inventati è che non sono mai scontati. Già, la “carne dell’orso” 😉 Alla prossima!

        Mi piace

  4. serpillo1 permalink
    02/04/2013 11:13

    A volte e’ bene rischiare..buona settimana

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: