Skip to content

Le voci del mondo – Robert Schneider

24/02/2013
tags:
Robert Schneider

Robert Schneider

In un villaggio delle Alpi Austriache, all’inizio dell’800, nasce un bambino con una prodigiosa sensibilità musicale. Contadino figlio di contadini, non sa leggere il pentagramma ma cattura ed assorbe la musicalità della natura che lo circonda. A prezzo di rimanere emarginato e considerato come strambo dai suoi stessi paesani.

Elias – questo il suo nome – in una notte fantastica coronerà il suo sogno di suonare l’organo della chiesa per il piacere dell’amata Elsebth.

Nonostante questo prodigio si avvierà ad un destino di solitudine e lontananza dagli uomini. Il suo amore incompreso e non rivelato lo porterà all’apatia prima, fino ad una sensazionale e quasi casuale esibizione organistica presso il duomo della vicina cittadina. Ma questo successo sancirà la sua determinazione a concludere in modo atroce la sua stessa esistenza.

Potrebbe essere un romanzo cupo ed angosciante, ma non lo è. La scelta della voce narrante esterna permette allo scrittore di distaccarsi dall’animo e dal destino tragico di Elias per accostarci ai pensieri ed alle manie di tutti gli altri abitanti del villaggio, un villaggio il cui destino sarà finire abbandonato per i troppi incendi suscitati dal diabolico fohn.

Per certi versi pare di leggere un romanzo di Garcia Marquez, ambientato non sulle cordigliere andine, bensì sulle Alpi di casa. Personaggi peculiari, animi tormentati, vicende torbide e solo all’apparenza surreali vengono narrate con una leggerezza ed una ironia che sembrano più apparentate con un’anima latina che germanica.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: