Skip to content

“Città della pianura” di Cormac McCarthy

20/01/2013
tags:

 “Come tutte le storie, anche questa nasce da una domanda….” – “Non è vero che tutte le storie nascono da una domanda” – “Sì che è vero. Dove ogni cosa è nota, non si dà narrazione” Cormac McCarthy

Cormack McCarthy

Cormack McCarthy

Di domande i libri di McCarthy ce ne buttano in faccia ad ogni pagina. Domande a cui nessuno sa rispondere, così come nessuno risponde all’incessante arrovellarsi e rincorrersi dei personaggi di questo libro che conclude la trilogia della frontiera, iniziata con “Cavalli selvaggi” e proseguita con “Oltre il confine”.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, in un West al termine della sua parabola di grandezza, si trovano i due protagonisti dei precedenti libri, John Grady e Bill Parham, entrambi al lavoro in un ranch del New Mexico minacciato di esproprio da parte dell’esercito.

Attimi della “vecchia vita del West” si intersecano ai dubbi e le domande di un mondo in declino, affacciato ai cambiamenti che la nuova era sta già annunciando con il richiamo delle città della pianura.

Quando il diciannovenne John Grady si innamora di una giovane prostituta messicana si comprende che il dramma si sta avvicinando. Sullo sfondo di una natura grandiosa, tratteggiata con secche frasi ad effetto, John Grady affronterà Eduardo, il protettore della ragazza, in uno scontro epico e surreale. Nessuno dei protagonisti sembrerà in grado si salvare se stesso da un destino ineluttabile di sangue. Solo qualche personaggio marginale, come il vecchio pianista cieco o il vecchio cowboy “Signor Johnson”, può forse spiegare almeno in parte il mistero di un mondo che ha nel suo potente e indistinto fluire la sua unica ragione di esistere.

Ancora un libro epico di McCarthy. Nonostante i toni cupi e tragici, un inno alla vita ed al divenire, alla fede nei propri passi e nel proprio esistere, nonostante tutto e tutti, incastonati in una natura selvaggia e immutabile.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: