Skip to content

Due passi a castagne

18/10/2012

Quando il cielo si fa grigio e sui monti vagano nebbie inquiete e bagnaticce, non c’è nulla di meglio che infilare un paio di stivali ed un pastrano da battaglia per fare due passi a castagne su per i monti di Corio. Anche se la siccità ed i parassiti hanno compiuto il loro dovere, alla fine un sacchetto di castagne da bruciacchiare viene fuori… E poi, a spasso per il bosco, si possono incontrare una salamandra in cerca di avventure, un bidone blu rotolato da chissà dove, una vecchia carbonaia, un “termo” verniciato di rosso per la felicità dei topografi e dei geometri locali, una “salle a manger” per cinghiali.  Tutto in due orette e quattro passi a cercar castagne.

P.S.: le foto non sono un granché… portate pazienza, ero intento in altre ricerche!

Annunci
4 commenti leave one →
  1. serpillo1 permalink
    19/10/2012 13:29

    Ciao GP! Hai cambiato anche tu il tuo gravatar? Sa di primavera 🙂
    Fortunato che sei riuscito a racimolare qualche castagna. Da noi magrissima produzione….

  2. paologiac permalink
    19/10/2012 08:30

    quali foto?

  3. Beppeley permalink
    18/10/2012 21:36

    L’autunno è come una dolce brezza che ti spinge a navigare nei colori mutanti del bosco.

    Sempre bravo ad osservare. Anche lungo un percorso “minimo”.

    Complimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: