Skip to content

Pavone, Fiorano e Loranzé – l’importanza del piano B

29/04/2012

Nick Hornby, uno dei miei scrittori preferiti, in un suo romanzo fa dire ad un personaggio “Stai così male perchè ti sei ritrovato nella m…. e non avevi un piano B pronto”.

Le parole non sono esatte, ma il senso è quello: in certi giorni è meglio aver pronto un piano B.

Come oggi. Volevamo testare la quarta frazione  del Morenic Trail  – la salita finale dal Ponte dei Preti a Brosso  –  ma la pioggia battente ci ha indotti a lasciar perdere.

Scatta il piano B:  sulle tracce delle “Passeggiate archeologiche in Canavese” di Ivo Ferrero arriviamo alla piazza di Pavone. Di lì il primo percorso è la salita al Bric Appareglio, la Pareji Auta degli eporediesi.

Due passi nel ricetto e poi il sentiero lascia le ultime case, guadagna il cocuzzolo di San Grato e si inoltra nel verde brillante del bosco. Mi hanno sempre affascinato questi dorsi rocciosi ricoperti di frassini, roverelle, farnie ed erica. Se poi si aggiungono le leggende relative all’eremita di San Grato, la Sedia della Madonna (una marmitta dei giganti) ed i massi coppellati del Bric, la passeggiata acquista in fascino e cultura.

La pioggia sembra lasciare un po’ di tregua. Sono le undici, c’è spazio per un altro giro di valzer. Da Loranzè basso saliamo alla Madonna della Scarola, ennesima chiesetta su balza rocciosa a tenere lontani demoni e masche. Difatti, salendo ancor di più sul fianco della collina morenica, si arriva ad un ripiano in cui un grande masso erratico sta appoggiato su un dorso di diorite. Masso butterato da decine di coppelle. La storia popolare chiama questo posto “Roc deji maschun”, pietra degli stregoni.  Da qui si sale ancora lungo la collina, per sentieri evanescenti grondanti d’acqua, fino ad una carrozzabile che arriva da Loranzé Alto. Volgiamo le vele verso tramontana. Costeggiamo vigne tenute a tupiun, case coloniche librate sul fianco della collina, vallette nascoste sospese sul fondovalle. La stradina arriva ad un trivio, sorvegliato da un pilone votivo. Si scende verso Fiorano. Costeggiamo il vecchio cimitero e ci ritroviamo a dominare i tetti del paese. Un altro ricetto, tracce di Medio Evo tra le vie deserte. Infine una lunga passeggiata nelle campagne per riprendere l’auto.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 02/05/2012 08:41

    Grazie Beppe. L’escursione è nata sulla scia di un libro oramai introvabile “passeggiate archeologiche in Canavese”, scritto da un “dielttante curioso”. Davvero intrigante come idee e scoperte… ne riparliamo!

  2. Beppeley permalink
    30/04/2012 16:27

    Che bell’uscita! Ricca di stimoli culturali e paesaggistici! Non vi siete fatti mancare nulla!

    Leggo con piacere che anche da quelle parti avete incontrato un luogo di masche (in questo caso riferito a stregoni…). E’ il favoloso e fervido immaginario popolare che ha costellato l’ambiente di tali leggende.

    E’ abbastanza consueto il fatto che luoghi carichi di mistero siano stati attribuiti a mostri, fate, masche, stragoni, ecc… Da quanto sto leggendo, dobbiamo provare ad immaginare cosa significasse, per coloro che vissero nell’antichità, rintracciare, per esempio, nelle caverne resti scheletrici di animali preistorici. Era immediato attribuire tali reperti a mostri od entità sovrannaturali (vale anche per le coppelle).

    Un messaggio straordinario che ci tramandano tali leggende, che personalmente ritengo molto attuali nel loro significato, è che di fronte alle cose sconosciute la nostra mente genera “mostri” (in senso lato…). Per questo la scienza è molto importante.

    Un bel libro che sto leggendo è quello da poco uscito di Massimo Centini “Creature Fantastiche” edito da Priuli & Verlucca e distribuito da “La Stampa”. Molto interessante da abbinare alle escursioni come quella che hai appena fatto, soprattutto per chi va in montagna con gli “occhi aperti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: