Skip to content

Sulle tracce del sentiero Motti

02/11/2011

Val Grande di Lanzo

Per sbollire i postumi della influenza ci voleva una bella passeggiata panoramica in Val Grande di Lanzo, sulle tracce del Sentiero Motti. Da Balmavenera ci si issa per boschi di castagni e faggi fino all’incredibile nido d’aquila di Frassa, poi seguono i pendii aperti delle Alpi Crot e Le Cialme. Di fronte le prime nevi autunnali, i colori caldi di larici,  aceri e sorbi. Lungo traverso sospesi sul Pian d’le Riane e ci si ricongiunge al sentiero balcone presso il Bec di Mea. Sulla traccia di rientro ancora case crollate, aria di smobilitazione, sbuffi d’aria calda e correnti gelate. Neve e freddo sono dietro le creste.

Da un’idea di Vettenuvole, Clà….  e di chi ha calpestato negli anni i sassi e le erbe di questo panoramico sentiero

Annunci
One Comment leave one →
  1. 02/11/2011 19:38

    Bellissimi anche i faggi arrotolati, me li ero persi!
    Adorabile la Val Grande di Lanzo in autunno, ogni giro è una scoperta di visioni e sensazioni.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: