Skip to content

La mula di Oreste – il mio Gran Paradiso

12/05/2011

Il titolo è intrigante, così come la premessa. Ed il libro mantiene fede alle aspettative. L’autore, Ulderico Plemone, valente alpinista canavesano, inanella una serie di racconti di montagna ambientati nelle Valli Canavesane.

La mula di Oreste

Si parla di Campiglia, Forzo, dei valloni a me carissimi di Ciamosseretto e del Roc. Salite d’altri tempi su per la Becca di Monciair ed i Denti del Broglio, con una predilezione quasi sadica per i canaloni sfasciati che conducono al colletto di Monciair. Racconti in uno stile tenero ed ingenuo, a dimostrare la vera e totale passione dell’autore per i monti e i bivacchi sotto le stelle. Una montagna minore, forse, ma forse ancora vera e poco condita dalla retorica che infesta altri alti luoghi. Un atto di amore, dell’autore e dell’encomiabile editore che lo ha voluto nella sua Biblioteca degli Scrittori Piemontesi.

L’ultimo racconto tratta della celeberrima salita dell’asino Cagliostro al Gran Paradiso. Mi ha fatto ripensare alle volte che sono stato anch’io lassù, il quattromila che si vede dal giardino di casa. La prima volta, con l’amico Paolo, mio fratello Roberto e altri amici, tutti legati assieme in una caotica e imbarazzante cordata di dilettanti allo sbaraglio. Oppure di quando sono salito per la Via Vaccarone con l’amica Bb. Slegati per tutta la via “perchè il difficile deve ancora arrivare, sarà più sopra”. Come dimenticare la salita dal rifugio Chabod, con gli sci, dietro ad un potentissimo Renato che tritava  metri come noccioline, e la bufera infernale a pochi metri dalla crepaccia termianle, con le pelli che si staccavano ogni tre passi? . L’ultima salita è già di qualche anno fa, condotta con gli sci dall’amico Roby4061, il cui fiuto per la neve bella sta diventando infallibile.

Gran Paradiso: un posto in cui torno sempre volentieri, anche solo con il ricordo e la fantasia. Perciò grazie a tutti coloro che, fisicamente e virtualmente, mi hanno accompagnato fin lassù.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: