Skip to content

Punta Cia… in punta di piedi

18/03/2011

E’ così che ieri occorreva salire a Punta Cia. In punta di piedi, zitti zitti, sperando che le nebbie del basso si dissolvessero più in alto. Con gli occhi e le orecchie tese a raccogliere i segnali della neve e del vento. Quando il rischio valanghe è pari a 4 gli itinerari sicuri si contano sulle dita di una mano, e difatti ieri su per la Cialma ci siamo ritrovati in tanti.

Tra nebbia e neve

Il meteo incerto della notte ci ha convinti a posticipare le partenze, perciò al parcheggio e sul percorso è stato un tripudio di incontri, saluti, chiacchiere ed avvertimenti. Anche sull’itinerario classico era richiesta un po’ di attenzione, a causa dei due distacchi ai cambi di pendenza. Tutto attorno lo schianto delle slavine che liberavano i valloni del Boiret e di Cambrelle. Neve fresca abbondantissima e passabilmente sciabile, un raggio di sole in punta che scaldava il cuore e l’aria, i giochi delle nebbie nella parte intermedia, la sosta finale in birreria. Insomma, un buon modo per onorare il giorno di festa.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: