Skip to content

Colle Nord di Punta Lusera: manca qualcuno?

06/02/2011

Da qui non passa  mai nessuno… si dice così quando su sentieri selvatici ci si imbatte in qualche altro escursionista. In genere  qui al Colle Nord di Punta Lusera, in Alta Valle di Viù, è difficile incontrare altre persone. Lasciata a Perinera la strada per Pian Benot si sale su per il bosco,  si oltrepassa un gruppo di baite e infine si arriva al Pian Lunella. Pianoro selvaggio ricavato alle pendici di Punta Lunella e Punta Lusera. L’evidente  sella di fronte è il Colle Nord di Punta Lusera. ll toponimo implica l’esistenza di un Colle Sud e di una Punta Lusera… si può cercare in giro, ma la meta della gita rimane  quel colle lì, il Nord, appunto.

Colle Nord di Punta Lusera

Ci si arriva con un ultimo strappo, della pendenza giusta per far apprezzare la neve buona, quando c’è.

Luoghi selvatici, un po’ appartati. E deserti, tranne appunto oggi, quando sul percorso si sono concentrati l’uscita del corso di sci alpinismo della Scuola Valle Orco, la gita sociale del CAI di Rivarolo e diversi gruppi sciolti. Motivo? L’esposizione a Nord che aveva mantenuto la neve fresca e polverosa nonostante il caldo atroce degli ultimi giorni. Pertanto la salita è stato un continuo e piacevole fermarsi a chiacchierare con amici e conoscenti.

Sulla discesa non c’è molto da dire… nel primo tratto, più alto e riparato, ci sono metri di farina piacevole, a volte un po’ pesante. Poi, oltrepassato il piano, iniziano il bosco e la crosta. Una buona dose di sano mestiere consente comunque di portare a casa le gambe, e di fermarsi ancora con gli amici di Rivarolo a sgranocchiare salame, toma e torta.

Annunci
6 commenti leave one →
  1. silcer permalink
    17/02/2011 10:56

    Buongiorno,
    vorrei sapere l’itinerario esatto da dove si diparte il tracciato ( è facilmente individuabile?)per il colle della forcola: corrisponde quest’ultimo al colle nord di punta lusera?
    grazie

    Mi piace

    • 17/02/2011 17:11

      No, sono due itinerari diversi.
      Per il colle di punta lusera prendi il bivio di pian benot e alla prima frazioen (perinera) attraversi le case e sali nel bosco… ci sono tracce in abbondanza.

      Per il colle forcola vai fino agli impianti di pian benot e risali a colle lance, poi di lì scendi per un centinaio di metri e risali nel vallone.

      Un buon libro di itinerari è “Valli di lanzo, tesso e malone” di Bezze e Mussa; altrimenti fai un giro su http://www.gulliver.it
      ciao!

      Mi piace

  2. 08/02/2011 14:33

    Le ultime parole famose…. tipiche delle Valli di Lanzo!
    Ciau

    Serpillo

    Mi piace

  3. 07/02/2011 20:29

    Bel gruppo e bell’itinerario a quanto vedo!
    Ieri per me decisione del mattino stesso di andare alla Gran Roccia. Una cosa un po’ così, ma molto interessante.
    Io non ho puntato sul nord perchè credevo nella neve trasformata. In realtà a sud trasforma solo… di stato! 😉

    Mi piace

    • 09/02/2011 11:00

      Eh, il sole invitava al sud, ma la testa ha detto nord! Con il caldo di questi giorni mi viene da pensare che a sud, più che trasformare, scioglie e se ne va. E’ solo un’impressione vaga, ma temo un anno secco…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: