Skip to content

Roby Perucca – Orco climbing

10/12/2010

Orco climbing

Ci sono ricordi che per mesi ed anni rimangono incagliati nelle secche di mari nebbiosi. Stanno lì, zitti e dimenticati, al di fuori delle rotte della vita di tutti i giorni.  Fino a quando una farfalla batte le ali chissà dove e  genera un venticello che si trasforma in tempesta. La burrasca sconvolge i bassifondi e dalle nebbie della fretta, del presto e bene e subito rispuntano lo scafo corroso e le vele lacere di quanto si era perso e dimenticato.

E’ capitato così, venerdì scorso. La serata sulle vie di roccia di Piantonetto ha riservato un cameo a Roby Perucca. Erano tanti gli amici presenti e in molti avranno sentito il lamento della tempesta che riportava alla luce i relitti di scalate e sciate in compagnia di Roby. Il mio ricordo personale è la sua faccia sbigottita di quando, arrivati con gli sci in punta a Cima Piana, si trovò davanti a SDG che vaneggiava in preda agli effetti di una botta in testa (per i dettagli e le risate di quell’incredibile corso di scialpinismo del CAP ci sentiamo… in privato!)

OK, sono solo più ricordi… ognuno di voi avrà il suo scrigno personale, e tutti assieme fanno il miglior monumento che si può immaginare per chi – in corpo – non è più qui.

Per questo ho piacere di pubblicare l’invito di Luisa, Rocco e gli amici del B&B Traleua alla serata che si terrà sabato 18 dicembre, ore 21, al Vecchio Mulino di Locana, in compagnia delle immagini di Roby alle prese con le roche della Valle Orco.

Les morts, ils ne meurent pas a l’heure qu’ils descendent dans la terre, mais a mesure qu’ils descendent dans l’oubli, et l’oubli seul rend la separation irreparable

Annunci
One Comment leave one →
  1. 14/12/2010 20:40

    Hai conosciuto Perucca… è sicuramente stato uno dei più grandi dopo il periodo del Nuovo Mattino.
    Non capisco dove vada oggi l’alpinismo (in Valle Orco e non solo), tra proclami di “etica”, rigurgiti reazionari e contrapposte legiferazioni di “sicurezza”.
    Preferisco pensare che tornerò, prima o poi, sulla stupenda roccia del Becco Meridionale, in quell’ambiente davvero fantastico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: