Skip to content

Museo Arte Orientale di Torino (cioè MAO)

05/10/2010
tags: ,

Quest’oggi ero per Torino con un po’ di tempo a disposizione. Mi sono allora ricordato che da qualche anno è stato aperto il Museo di Arte Orientale: perché non farci un giro, tanto più che è in esposizione una parte delle “53 stazioni della Tokaido” di Hiroshige?

Detto e fatto. Ho tribolato un po’ a trovarlo, immerso nelle viuzze del quadrilatero romano, ma poi è stato davvero intrigante immergersi nelle sculture dell’arte Gandhara, i bronzi tibetani, gli arredi funerari cinesi e – ovviamente – le stampe di Hiroshige. Un museo che consente di avvicinarsi a culture lontane e che tuttavia improntano e conformano anche il nostro vivere di tutti i giorni. Un museo che a Torino ci vuole davvero, se l’intenzione è quella di passare dalla post-industria al turismo ed alla multimedialità.

Personale cortese, allestimento accurato e piacevole. E allora perché si pensa già subito di chiuderlo?

L’immagine qui sotto non è di Hiroshige, ma di Hokusai, forse mentore o ispiratore di Hiroshige stesso. Il sito di provenienza è questo.

Hokusai

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: