Skip to content

Tristi montagne

25/02/2010

– E’ una bestia. Tutti questi contadini sono delle bestie.

– Cosa intende dire? […]

– Ci vuole raccontare del contadino che abbiamo visto colmare la fossa, venendo in paese.

– Tanto, io non capisco – disse John – parlano troppo in fretta, per me.

– Il contadino – disse il locandiere – oggi ha portato sua moglie al cimitero per seppellirla. Era morta lo scorso novembre […]

– Comunque, non poteva portarla al cimitero, per farla seppellire, finché la neve non fosse andata via […]

– Non poteva portarla in nessun modo? – domandai

– No. Può venire soltanto con gli sci, da dove abita, finché non si scioglie la neve. Così oggi l’ha portata al cimitero per farla seppellire e il prete, quando l’ha guardata in faccia, non voleva seppellirla […]

– Quando il prete le ha scoperto il viso ha chiesto ad Olz: “Ha sofferto molto, tua moglie?” “No” ha detto Olz. “Quando sono entrato in casa era sul letto, morta”.

– Il prete l’ha guardata di nuovo. Quello che ha visto non gli piaceva.

-“Cosa le è successo alla faccia?”

-“Non so”, ha detto Olz

-“Faresti meglio a dirlo”, ha detto il prete, e ha tirato via la coperta. Olz non ha detto niente. Il prete lo ha guardato. E Olz ha guardato il prete. “Vuole saperlo?”

-“Devo saperlo” ha detto il prete […]

-“Be'” ha detto Olz “quando è morta ho fatto la notifica in comune e l’ho messa sotto la tettoia sopra il mucchio della legna grossa. Quando ho cominciato a usare la legna grossa era rigida e la misi contro il muro. Aveva la bocca aperta e quando andavo sotto la tettoia, la sera, a tagliare la legna grossa, ci appendevo la lanterna”

(E. Hemingway, “Un idillio alpino”, dai Quarantanove racconti)

Ho iniziato a leggere “Tristi montagne – Guida ai malesseri alpini” di Christian Arnoldi; il brano di Hemingway arriva dalla prefazione di Giovanni Kezich. Un’immagine del mondo alpino diversa rispetto a quello che solitamente leggete su questo blog. Ci sarà modo per approfondire e  capire… speriamo.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 26/02/2010 08:36

    @marzia: Il sito è interessantissimo e lo inserirò quanto prima nella “terza pagina” o nel blog-roll. E lo sarà ancor di più il convegno del 23 aprile. Aspetto ancora un po’ prima di pubblicarlo come articolo.

  2. 26/02/2010 08:02

    me ne ha parlato il mio prof all’università, di questo libro…
    credo che l’autore parteciperà al convegno organizzato a Torino da Dislivelli (http://www.dislivelli.eu/blog/) a cui parteciperà pure la sottoscritta, il 1° Forum interdisciplinare “Giovani ricercatori per le Alpi di Domani”, che dovrebbe tenersi il 23 aprile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: